Windows 10: Problema di accesso alle risorse condivide in rete

Può accadere che in seguito ad un aggiornamento di Windows 10 non sia più possibile accedere alle unità di rete.

In questa circostanza è bene verificare se l'abilitazione del protocollo Samba v1 può risolvere l'inconveniente.

Aprire il Pannello di controllo e quindi Programmi\Programmi e funzionalità.

Cliccare quindi su "Attivazione o disattivazione delle funzionalità di Windows" e controllare che "Il supporto per condivisione file SMB 1.0/CIFS" sia abilitato"

In alternativa o in aggiunta si può anche tentare di abilitare l'impostazione NetBIOS su TCP/IP.
Aprire quindi le proprietà TCP/IPc4 della della scheda di rete,
andare sulle Proprietà Avanzate e verificare nel tab WINS che NetBIOS su TCP/IP sia abilitata

 

Microsoft Word: simbolo di formattazione "quadrato"

Vi è mai successo di voler rimuovere in un documento Word interruzioni di pagina tra paragrafi?

Tali interruzioni sono contrassegnate da un simbolo "quadrato" nascosto.

Per rimuovere tali interruzioni è necessario cliccare sul menù Home e quindi sul gruppo "paragrafo" e quindi togliere il check alla voce "Anteponi interruzione"

Formattare tabelle in Excel: la riga di intestazione

È possibile creare e formattare una tabella per raggruppare e analizzare visivamente i dati.

  1. Inserire una tabella nel foglio di calcolo. 
  2. Selezionare una cella all'interno dei dati.
  3. Selezionare Home > Formatta come tabella. In alternativa premete Ctrl + t
  4. Scegliere uno stile per la tabella.
  5. Nella finestra di dialogo Formatta come tabella impostare l'intervallo di celle.
  6. Indicare se la tabella contiene intestazioni.
  7. Scegliere OK.

Per visualizzare o nascondere la riga di intestazione

  1. Fare clic in una cella qualsiasi dell’intestazione
  2. Passare a Progettazione sulla barra multifunzione.
  3. Nel gruppo Opzioni stile tabella selezionare la casella di controllo Riga di intestazione per visualizzare o nascondere le intestazioni di tabella.

Se si rinominano le righe di intestazione e quindi si disattiva la riga di intestazione, i valori originali inseriti verranno mantenuti se si riattiva la riga di intestazione.

Copiare tutti i file contenuti in una cartella in ogni cartella di un determinato direttorio

A titolo di esempio si vogliano copiare in ogni cartella di "C:\public\ " tutti i file della cartella "D:\112".

Il comando Windows è il seguente:

for /D %a in ("C:\public\*.*") do xcopy /y /d D:\112\*.* "%a\"

dove

for /D esegue il comando "xcopy /y /d ..." per ogni cartelle in "C:\public\",

%a è un parametro (in un batch utilizzare la sintassi %%a) che per ogni iterazione assume il valore del percorso completo di ogni cartella in "C:\public\ "

Pertanto il ciclo for /D esegue il comando
xcopy /y /d D:\112\*.* "%a\"
per ogni cartella presente in "C:\public\"
ovvero copia tutti i file della cartella 112 nella cartella %a che per ogni iterazione è il percorso di ogni cartella presente in C:\public\

Importare una tabella di Ms Access in SQL SERVER

Tasto dx sul database -> Attività -> Import dati


Cliccare su "Avanti" e quindi selezionare dalla casella a discesa Origine dati la voce Microsoft Access (Microsoft Access Database Engine).


Cliccare sul tasto "Sfoglia..." e scegliere il database Access da cui importare la tabella.
Se il database è protetto da Nome utente e Password inserire i dati nelle caselle di testo predisposte. Cliccare quindi su Avanti>
Nella finestra successiva selezionare la voce "Microsoft OLE DB Provider for SQL Server" nella casella a discesa Destinazione ed inserire se necessario il Nome utente e la Password per utilizzare l'autenticazione di SQL Server. Cliccare su Avanti > e quindi ancora su Avanti >


Nella finestra successiva selezionare le tabelle di Access da copiare e la corrispondenza con le tabelle di Sql Server.


L'utilità di default crea una nuova tabella con lo stesso nome della tabella copiata. Se necessario modificare il mapping tra le tabelle, ovvero la corrispondenza tra le colonne.
Finalizzare il processo.

Creare un collegamento a Pannello di controllo- Sistema e sicurezza- Sistema - Impostazione di sistema avanzate (Create Shortcut of Advanced System Settings in Windows 10)

Per alleggerire lavori di configurazione in serie può essere utile creare collegamenti alle proprietà del sistema a cui si può accedere dal pannello di controllo.
Per realizzare un collegamento alle "impostazione di sistema avanzate", creare un collegamento a C:\Windows\System32\SystemPropertiesAdvanced.exe ovvero a
%windir%\system32\SystemPropertiesAdvanced.exe

Photoshop: errore del font selezionato.

La soluzione dell'errore in oggetto è la seguente:

  • Uscite da Photoshop
  • In Esplora risorse, individuate la cartella cache dei font Utenti/[nome utente]/AppData/Roaming/Adobe/Adobe Photoshop CC xxxx\CT Font Cache
  • Spostate i seguenti due file nel Cestino:
    AdobeFnt_CMaps.lst
    AdobeFnt_OSFonts.lst
  • Svuotate il cestino.
  • Riavviate Photoshop.

Blue Screen Error (SYSTEM PTE MISUSE) durante l'installazione di WIndows 10 su Notebook HP

Ho riscontrato un problema insolito durante l'installazione di Windows 10 PRO su un notebook HP Pavillon : durante l'installazione di Windows appariva il seguente blue screen:

Ho effettuato innumerevoli tentativi prima di trovare la seguente soluzione.

  1. Accendere il notebook ed entrare nella configurazione del BIOS;
  2. Nella scheda "Security" disabilitare o nascondere (hide) il trusted Platform Module (TPM).
  3. Salvare le impostazioni del BIOS e riavviare il PC
  4. Procedere con l'installazione di Windows 10