Mirror su windows server 2008

by Administrator 16. May 2016 13:45

Creare un sistema mirror (RAID1 di tipo software) su windows server 2008

  • Aprire Server manager -> Archiviazione -> Gestione del disco
  • Selezionare il volume "Riservato per il sistema", tasto destro e quindi "aggiungi mirror" selezionando il disco che si vuole aggiungere al mirror.
  • Quando il mirroring sul volume di sistema sarà completo, selezionare il volume C: e quindi tasto destro, "aggiungi mirror". L'operazione di sincronizzazione potrebbe richiedere molte ore.

L'ordine di aggiunta del mirror sui volumi è fondamentale in quanto non è consentito invertirlo ovvero prima eseguire il mirror sul disco C: e poi sul volume Riservato al sistema.
In caso di errore è bene eseguire un "clean" del disco utilizzando DISKPART direttamente da command prompt di Windows Server 2008 (non riporto come eseguire questa operazione) e quindi ripetere le operazioni prima descritte.

Durante la creazione del mirror, il sistema operativo dovrebbe aggiungere una voce al System Boot Manager per permettere il boot dal mirror secondario.
All'avvio dovrebbero comparire le seguenti voci:
Windows Server 2008
Windows Server 2008 - plex secondario

Tali voci possono essere modificate utilizzando il BCD Editor (bcdedit.exe)

Per testare il sistema

  • spegnere il computer e disconnettere uno dei due dischi per simulare un guasto
  • riavviare il computer usando il rimanente mirror (Windows Server 2008 - plex secondario)
  • dopo aver verificato il corretto funzionamento dei sistema, spegnere il pc e riconnettere il disco- riavviare il computer
  • controllare da Server manager -> Archiviazione ->Gestione disco che il mirror sia funzionante

(vedi anche http://billyfung2010.blogspot.it/2012/06/how-to-setup-software-raid-1-on-window.html oppure http://sourcedaddy.com/search/?q=Mirroring+Boot+and+System+Volumes)


Il Mirror potrebbe non ripartire: in questo caso consiglio di "rimuovere il mirror" da entrambi i dischi dalla console di Windows o tramite diskpart:
https://technet.microsoft.com/en-us/library/cc787944(v=ws.10).aspx

Rimuovendo il mirror il sistema operativo potrebbe non eliminare la relativa voce dal System Boot Manager.
(vedi https://support.microsoft.com/en-us/kb/969751)
In questo caso è necessario eliminare la voce utilizzando bcdedit.exe.
Da cmd:

  • bcdedit /v e premere invio;
  • identificare il {GUID} della voce da cancellare:
  • eseguire il comando bcdedit /delete {GUID}

Per altre informazioni riguardo i dischi dinamici, la sostituzione di dischi in mirror con altri di maggiore capacità ecc... vi consiglio di consultare
http://www.dynamic-disk.com/dynamic-disk-resource.html

Tags:

Problema di visualizzazione su display ad alta risoluzione (HiDPI)

by Administrator 8. May 2016 07:40

Ho recentemente acquistato un nuovo notebook DELL con un fantastico display HiDPI con risoluzione nativa di 3840px x 2160px e purtroppo alcune  applicazioni, tra cui la suite Adobe, sono diventate completamente inutilizzabili per una riduzione oltre misura delle interfacce.

Non nego che sono stato colto da un notevole sconforto soprattutto nel constatare che la suite Adobe CS6, notoriamente utilizzata dai professionisti della grafica, non fosse utilizzabile con uno schermo ad alta risoluzione!

Ovviamente la soluzione all'inconveniente sarebbe il rilascio di una patch da parte dei produttori delle applicazioni: nella vana attesa di aggiornamenti una soluzione attuata da molti è quella di modificare l'"application manifest" dei programmi con un manifest che permetta lo scaling adeguato delle interfacce e dei controlli.

Questa soluzione è attuabile solo con l'utilizzo di programmi appositi come Resource Tuner:

http://www.restuner.com/

che modificano il manifest interno agli eseguibili.

In alternativa si può creare un file manifest esterno ai programmi e forzare Windows nel caricare tale file qualora esso esista.

Per implementare questa strategia è necessario:

  1. creare la chiave di registro HKEY_LOCAL_MACHINE\SOFTWARE\Microsoft\Windows\CurrentVersion\SideBySide\PreferExternalManifest (DWORD) ed impostarla a 1
  2. Creare un nuovo file manifest con Blocco Note copiando ad esempio il testo da: http://pastebin.com/BZnKwU6a
  3. Salvare il file così creato come nome_eseguibile.exe.manifest e salvarlo nella stessa posizione del file eseguibile del programma. Ad esempio  Illustrator.exe.manifest salvato in  Program Files\Adobe\Adobe Illustrator CS6 (64 Bit)\Support Files\Contents\Windows

Dopo aver eseguito le operazioni sopra descritte e senza la necessità di riavviare Windows, eseguendo il programma si otterranno delle interfacce utilizzabili anche se degradate nella qualità.


Tags:

windows

Windows Batch Scripting: come impostare a 0 il codice di ritorno

by Administrator 7. May 2016 18:46

Tipicamente l'esecuzione di comandi tramite cmd restituisce un valore 0 quando si conclude con esito positivo

e un valore diverso da zero in caso di fallimento.

Per una trattazione più dettagliata dell'argomento rimando a:

http://steve-jansen.github.io/guides/windows-batch-scripting/part-3-return-codes.html

Alcuni software permettono l'esecuzione di un file batch esterno al programma vincolando l'avvio di altre istruzione al valore dell'exit code del file batch.

Per impostare l'exit code del file batch a 0, indipendentemente dall'esito finale dello script, si può utilizzare la seguente istruzione:

exit 0

Tags:

Scripting

Teamviewer: la schermata non può essere acquisita in questo momento ... (The screen cannot be captured at the moment. This is probably due to fast user switching or a disconnected/minimized remote desktop session)

by Administrator 7. May 2016 12:08

Mi sono scontrato con un fastidioso errore di TeamViewer che mi impediva di accedere al server di un mio cliente: ad accesso effettuato compariva una finestra con il seguente avviso:

" la schermata non può essere acquisita in questo momento ..."

Di seguito riporto lo screen shot dello stesso errore in lingua inglese:


Non è stato semplice risolvere l'errore: ho provato differente soluzioni senza successo prima di approdato al seguente post:

http://www.cpierce.org/2015/01/installing-teamviewer-over-remote-desktop/

Il post segnala che l'ID restituito da TeamViewer tramite Desktop Remoto è differente dall'ID del servizio in esecuzione standard.

Di fatti ciò corrispondeva a verità! Infatti recandomi dal cliente ed accedendo direttamente al server ho notato che l'ID letto era differente da quello visualizzato in desktop remoto!

Utilizzando l'ID corretto ho quindi superato il problema.

Tags:

Teamviewer

Symbolic Links: come accedere a cartelle e file da differenti cartelle ( access folders and files from different folders without maintaining duplicate copies)

by Administrator 7. May 2016 11:38

Può essere utile conoscere come creare una cartella o un file che "punta" ad una differente cartella o file. In questi casi è necessario creare un Symbolic Link.

Una guida completa sull'argomento è disponibile al seguente indirizzo:

http://www.howtogeek.com/howto/16226/complete-guide-to-symbolic-links-symlinks-on-windows-or-linux/


Tags:

windows

Creare una cartella il cui nome dipende dalla data e dall'ora attuale (creating date-time based folder name)

by Administrator 7. May 2016 10:15

Supponiamo di voler creare una cartella via cmd o batch file il cui nome contiene la data e l'ora attuale secondo lo schema:

backup_annomesegiorno_oraminutisecondi

ad esempio se oggi fosse il 04/05/2016 e fossero le ore 10.31.20,02 allora:

backup_20160504_1031

Utilizziamo la manipolazione DOS di stringhe:

Set data=%date:~6,4%%date:~3,2%%date:~0,2%

in cui  ad esempio date:~0,2 prende i primi due caratteri a partire dalla posizione 0 della stringa restituita dal comanda DOS date (date restituisce il valore 04/05/2016).

Faccio notare che sarebbe possibile anche iniziare dall'ultimo carattere della stringa "date"; ad esempio il comando:

date:~-7,2 

restituisce il valore 05 (in questo caso la posizione 0 è del numero 6).

Procedendo allo stesso modo per il tempo si ha:

Set tempo=%time:~0,2%%time:~3,2%

Unendo ora tutti i comandi si ottiene:

Set data=%date:~6,4%%date:~3,2%%date:~0,2%
Set tempo=%time:~0,2%%time:~3,2%
mkdir backup_data%%tempo%

Nel caso in cui si voglia l'indicazione della data nella seguente forma "04052016" è allora più conveniente utilizzare la sostituzione di un carattere in una stringa secondo il seguente esempio:

outstring = instring:chr_old= chr_new

in cui instring è la stringa originale, outstring è il risultato della sostituzione, chr_old è il carattere che si vuole sostituire e chr_new è il carattere sostitutivo.

Nel nostro caso chr_old = / e chr_new è la stringa nulla, per cui:

Set data=%date:/=%

Per un guida più esaustiva sulla manipolazione DOS di stringhe rimando al seguente link:

http://www.dostips.com/DtTipsStringManipulation.php

Tags:

windows

Connettere/Disconnetere un dispositivo USB via cmd (plug-in and plug-out USB device through command line)

by Administrator 7. May 2016 09:32

Per difendermi da un attacco di tipo ransomware, ho realizzare un piccolo file batch per connettere e disconnettere all'occorrenza un'unità USB di backup.

A tale scopo ho utilizzato l'utility USBDeview di NiSoft che potete scaricare dalla seguente pagina:

http://www.nirsoft.net/utils/usb_devices_view.html

oppure direttamente dal mio blog cliccando sul seguente link:

usbdeview-x64.zip (107,7KB)

L'utility che non richiede alcuna installazione, deve essere utilizzata con privilegi amministrativi altrimenti non è in grado di connettere o disconnettere i dispositivi USB. Inoltre, come segnala l'autore, su sistemi a 64bit è necessario utilizzare la versione di USBDeview a 64bit.

Il programma può essere utilizzato attraverso la propria interfaccia oppure tramite linea di comando.

Eseguendo il programma verranno visualizzate le proprietà di tutte le unità USB connesse con il PC tra cui VendorID, ProductID, Driver Letter ecc..

Un esempio di come è possibile disconnettere e connettere una unità USB via cmd è il seguente:

C:\Users\admin\Desktop\usbdeview-x64> USBDeview.exe /disable_by_pid 0718;070a

C:\Users\admin\Desktop\usbdeview-x64> USBDeview.exe /enable_by_pid 0718;070a

Il alternativa a USBDeview è possibile utilizzare Drive Tools for Windows

http://www.uwe-sieber.de/drivetools_e.html

oppure l'ultià di Microsfot

devcon.exe

utilizzata per scopi di debug e sviluppo.

(vedi http://karuppuswamy.com/wordpress/2010/06/05/how-to-plug-in-and-plug-out-usb-device-through-command-line-in-windows/)


Tags:

windows

Errore di installazione iTunes : problema con pacchetto windows installer (iTunes install : There is a problem with this Windows Installer package)

by Administrator 7. February 2016 18:36

Aggiornando iTunes mi sono scontrato con l'errore riportato nel titolo del post.

Purtroppo il problema non si risolve anche disinstallando iTunes.

Cercando in rete ho scoperto che l'unico metodo è quello di utilizzare l'utilità Microsoft Installer Cleanup ora non più supportata da Microsoft.

E' possibile scarica Microsoft Installer Cleanup dal seguente link:

msicuu2.exe (351,2KB)

Dopo aver eseguito l'utilità "come amministratore", si deve eliminare Apple Software Update.


L'eliminazione permetterà di installare correttamente iTunes.

Tags:

Trasferimento dei contatti in Windows Live Mail 2012 (Restoring contacts.edb in Windows Live Mail 2012)

by Administrator 30. January 2016 08:03

In Windows Live Mail 2012 i contatti sono memorizzati nel file contacts.edb posto nel direttorio:
C:\Users\user\AppData\Local\Microsoft\Windows Live\Contacts\Default\15.5\DBStore\contacts.edb

oppure ed a seconda della versione di Windows in:

C:\Users\user\AppData\Local\Microsoft\Windows Live\Contacts\Default\15.4\DBStore\contacts.edb

E' bene notare che per visualizzare il file è necessario configurare Windows Explorer per Mostrare il file e cartelle nascoste nonché il file protetti di sistema.
Tuttavia e purtroppo per trasferire i contatti da un computer ed un altro non è sufficiente copiando il file contacts.edb.
Una possibile soluzione per trasferire tutti i contatti è la seguente:
1. Scaricare il programma Nirsoft ESEDatabaseView dal seguente link:
http://www.nirsoft.net/utils/ese_database_view.html

oppure da qui esedatabaseview.zip (63,3KB)

2. Eseguire ESEDatabaseView.EXE
3. Cliccare su File -> "open ese database file" e scegliere il file contacts.EDB;
4. Scegliere SimpleContact dalla casella a discesa (non scegliere EmailAddress come potrebbe sembrare ovvio). A questo punto si dovrebbero vedere tutti i contatti
6. Cliccare quindi su View -> HTML Report - all items. I dati appariranno quindi nel browser web.
7. Selezionare i dati e copiare nella clipboard.
8. Aprile EXCEL ed incollare i dati cancellando le colonne inutili.
9. Salvare il file excel come CSV.
10. Eseguire Windows Live Mail sul nuovo pc ed importare i contatti come CVS

Tags:

Come risolvere l'erroe “Errore di Windows 2 durante il caricamento di Java VM" (How to fix the error "Windows error 2 occurred while loading the Java VM")

by Administrator 21. October 2015 22:37

Un problema che mi affligge da quanto ho iniziato la mia attività da libero professionista è l'assolvimento delle diverse dichiarazioni fiscali tramite gli strumenti messi a disposizione dell'Agenzia delle Entrate.

I sw dell'Agenzia delle Entrate (e dogane) sono tutti sviluppati in java e richiedo l'installazione di una java Virtual Machine (VM).

Molto spesso java VM viene automaticamente aggiornata e ciò causa un non funzionamento dei sw dell'Agenzia delle Entrate.

Un tipico errore è il seguente:


Ciò è causato da un'errata impostazione nel software del percorso di installazione della java VM.

In tal caso è necessario dapprima identificare il percorso di installazione di Java, ad esempio

C:\Program Files (x86)\Java\jre1.8.0_65\bin

e quindi cambiare nei file .lax,  posti nella cartella di installazione del software, il percorso di javaw.exe.

In altre occasioni invece non è possibile installare l'applicazione: in questo caso si può tentare di installarli creando un file.bat posto nella stessa cartella di applicazione.exe contenente il seguente comando

Start applicazione.exe LAX_VM "<percorso della tua installazione Java>\bin\

java.exe" -i GUI


in cui applicazione.exe è il software da installare.

Tags: